COME SI SVILUPPA UN CAMPIONARIO DI MODA

Trondoli Group SRL è un’azienda di produzione di campionari per stilisti e case di moda di tutta Italia, creando capi made in Italy e di altissima qualità.

Il confezionamento conto terzi consiste nella produzione di campionari su ordinazione, fino alla consegna del capo finito.

Fase di Pre-Sviluppo dei campionari

  • Una volta che si disegna una linea, i team di Design e Merchandising possono non essere d’accordo su quali style possono diventare campionari e quali no. I designer, per esempio, possono credere che alcuni capi siano da lanciare sul mercato mentre il team di Merchandising (che ha a che fare con la prezzistica e le previsioni dei trend) possono pensarla in maniera totalmente diversa.
  • Quando viene presa una decisione, viene eseguito un ordine e i disegni  mandati in fabbrica (che di solito si trova oltre oceano, perchè più economica). La fabbrica procederà quindi a produrre i campionari.

Fase di sviluppo dei campionari

  • Nella fase di sviluppo, inizia il fatidico ciclo di vita del del campionario. Nonostante molte persone possano pensare che la fase di manifattura possa essere quella più semplice, è l’esatto opposto.
  • Tra i dipendenti della fabbrica, c’è chi produce la zip, c’è chi taglia il capo, chi lo cuce, tutti con l’obiettivo di produrre il campione e credetemi, non è facile. Durante questa fase, infatti, il campione girovaga, la maggior parte delle volte a caso, tra le varie postazioni della fabbrica.
  • In questa fase, il campione viene anche sottoposto al lavaggio per capirne la reazione. Questa è una delle ultime fasi del processo, ma non di minore importanza.

10 STEP PER CREARE IL PROPRIO BRAND DI MODA

Fase di post-sviluppo dei campionari

  • Una volta che il processo di produzione si conclude, il campionario viene spedito nuovamente all’area Design e Merchandising. In questo modo i designer potranno verificare lo stato del campionario.
  • Se c’è qualcosa che non va, il campionario viene rimandato in fabbrica, con delle note in allegato. Dopo questo primo andirivieni (di solito ce n’è sempre più di uno), l’area design sceglie finalmente quali sono i capi da presentare al pubblico
  • Successivamente, i campionari vengono esibiti al Market Week. Durante quest’esposizione, le recensioni dei caporedattori e dei compratori aiutano a scegliere quali dei capi devono essere lanciati sul mercato. Questo avviene prima di qualsiasi sfilata o di qualsiasi ordine dei buyer.
  • Dopo la casa di moda ordina di solito due set di campionari per il suo dipartimento di sales, uno sarà inviato ai sales di e-commerce, l’altro alla produzione del prodotto, e uno viene dato al dipartimento di marketing/PR in maniera tale che inizino a promuovere la collezione.

La fine del ciclo del campionario

Alla fine di ogni stagione, i campionari finiscono in posti diversi. Mentre alcune imprese scelgono di archiviare i loro prototipi, altri vengono comprati durante le vendite di campionari oppure persi o rubati. Spesso gli indumenti fabbricati che non entrano a far parte della collezione vengono regalati o dati in carità.

La creazione del campionario è una parte cruciale nel disegno e per il lancio sul mercato e da qui dipende ciò che avrà successo, cosa sarà venduto e cosa no.

Contatta subito Trondoli Group SRL, azienda specializzata nel confezionamento conto terzi  per realizzare il tuo campionario di abbigliamento!

LASCIA UN COMMENTO