Trondoli Group, come azienda di produzione tessile di abbigliamento femminile è costantemente aggiornata sugli eventi e le novità dell’industria settile.

Si concluderà oggi Milano Unica 2017, la fiera dedicata al mondo del tessile, allestita negli spazi di Rho Fiera Milano.

In passerella sfilano collezioni maschili e femminili insieme. Le vendite online sono in continuo aumento e le case di moda propongono più di una linea per stagione.

Ciò comporta una scelta dei tessuti maggiore. Anche per il Made in Italy che già nel 2017 ha visto, infatti, una buona crescita complessiva dell’export lana e cotone in primis.

Dati fondamentali. Hanno influito, in positivo, sulla necessità di fissare il mese del salone a luglio invece che a settembre.

Decisione, inoltre, accolta dalle aziende già presenti nelle passate edizioni e da quelle che faranno ingresso quest’anno per un totale di 77 espositori. Oltre a cinque disegnatori tessili.

“Un dato importante ed eccezionale, che testimonia soprattutto, e desidero sottolinearlo, un’importante crescita del settore “donna” (+29%) che porta un sostanziale equilibrio nella rappresentanza fieristica manswear e womenswear” afferma il Presidente Ercole Botto Poala.

Il focus per questa quindicesima edizione vede protagonisti il Made in Italy e l’oriente.

Il settore dedicato alla manifattura nostrana è stato suddiviso in quattro aeree tematiche: textile, leather, stone, technology.

Così da facilitare l’approccio fra i decision maker dei brand di lusso e le aziende tessili italiane.

Protagonisti più in generale sono i materiali spessi, lanosi e lavorati, con un’ampia proposta di tessuti naturali ma impermeabilizzati o termici.

Le agugliature, proposte in versione “sport”, sono in neoprene ma trovano uno spazio anche nella parte “sera” con effetti ricamo.

Milano Unica

Le eco-pellicce presentano una ampia ricerca di pelo e colore con innovazioni tecniche, mentre i bouclé hanno un aspetto più selvaggio, armature oversize e jacquard impreziositi da frange e bordature. Il ritorno del velluto è sicuramente uno dei must di stagione, metallico, cangiante, setoso, plissettato, stampato o ricamato.

Nel tema “Sorrentino dirige Dynasty” emergono lucentezze tipiche dei lamé, dei lurex e delle lamine, ma proposte in nuovissime tonalità di viola, lilla e verde, su basi nero e oro e una vasta scelta di jersey e navetta, stravolti da fil coupé e intarsi fantasia.

Le pellicce, ecologiche e non, questa stagione spiccano in ogni tema, ma qui in particolare, progettate in colori sgargianti e provocatori, intarsiate con diverse tipologie di pelo; cosi anche la piuma ha un aspetto irriverente ed elegante, proposta in tonalità pastello.

Ritroviamo il lurex e il lamé anche nelle nastrature e nelle bordature, arricchite dai broccati floreali o da semplici righe luminose.

I bottoni e le applicazioni sono ricche e colorate, interpretate da perle, castoni e catene.

Milano Unica

Nel tema “Almodovar dirige Victor Victoria” si ha l’impressione di entrare in una sublimazione di nuovi e contrastanti accostamenti. I grigi abbracciano i rossi, prorompenti, tagliati dalle tonalità del rosa carne e del verde. I disegni classici sono rivisitati nel filato o nel colore, con anche “pied-de-poule” e “Prince de Galles” in versione macro, presentati in grigio o skin, tagliati dal rosso o da pois iper-leggeri e anche da jacquard per capospalla in versione floreale o geometrica. Le stampe cravatteria vengono proposte in versione micro o con regimental multicolore.

Il tema è il più ironico, ove il pizzo passa dalla leggerezza alla consistenza del crochet, sempre reinterpretato. Bottoni classici, catene e applicazioni maschili valorizzano gli accessori, così come i nastri variano da leggerezze impalpabili a “mani” vellutate.

Il tema di “Kubrick dirige Sherlock” è un tripudio di classici esaltati dai materiali tecnici e da una nuova camiceria. Il blue elettrico e il verde acido danno un taglio forte alle tonalità più British; il tartan e lo scozzese vengono enfatizzati da linee sfuocate, dando vita a check futuristici. La camiceria vede un’ampia proposta di righe moderne o nuove gessature.

La tappezzeria inglese prende forma sia su spessi jersey a navetta che sulle sete leggerissime.

Frange e rilevi sono invece i protagonisti dell’ultimo tema: “Tarantino dirige il Piccolo Buddha”, dove le pellicce sono composte da sovrapposizioni a diversi livelli, gli impermeabili hanno spalmature effetto bagnato e i materiali da capospalla presentano frangiature e dettagli etnici.

Emerge subito il sapore multi culturale del tema, attraverso stampe di ispirazione tibetana, disegnature urbane e intarsiati selvaggi.

Zip spalmate, bordature rifrangenti e nastrature dai colori shock regalano un sapore urbano al tema, cosi come le applicazioni etniche e sportive permettono nuove tipologie di confezione.

Sei uno stilista o una grande azienda di moda?

Trondoli Group SRL si rivolge agli stilisti e alle grandi aziende del settore della moda per la realizzazione di campionari di abbigliamento femminile.

Trondoli Group SRL azienda rodigina confeziona abbigliamento femminile che va dalla produzione di capispalla (giacche, cappotti, trench) a gonne, pantaloni e abiti.

Tutte le lavorazioni di pulitura bordi, punti e cuciture sono fatte a mano dalle esperte sarte di Trondoli Group SRL.

 

LASCIA UN COMMENTO