Avete mai desiderato di indossare un vestito creato da voi? Di disegnare, cucire, tagliare e confezionare un vestito su misura per stupire i vostri amici?

Prepararsi un vestito da sole è molto semplice, e permette di risparmiare tanti soldi, che si possono spendere per l’acquisto di una borsa o di un paio di scarpe, per completare la mise.

Leggete questo articolo e grazie ai consigli di Trondoli Group SRL imparerete a confezionarvi un vestito su misura con le vostre mani!

Materiale:

  •     cartamodello
  •     gessetto per tessuti
  •     righello
  •     manichino
  •     tessuto
  •     ago e filo
  •     forbici
  •     macchina da cucire

Per confezionare un capo su misura con il metodo fai da te bisogna analizzare tutte le fasi che sono necessarie per la sua realizzazione, dal disegno del modello alla creazione finale.

La prima cosa da fare è quella di disegnare il modello su carta e successivamente bisogna prendere le misure della persona.

Bisogna misurare: dell’altezza, della lunghezza delle braccia, del torace, del giro vita e dei fianchi. Dopo che è stata eseguita questa prima fase di lavoro bisogna procedere alla realizzazione del cartamodello.

Successivamente quest’ultimo si deve applicare sul manichino che si utilizza per la realizzazione dell’abito.

È consigliabile segnare le diverse misure sul cartamodello e successivamente posizionarlo sul manichino per poter riportare più facilmente il disegno sul tessuto. Per poter eseguire questa operazione è indispensabile l’utilizzo di un righello ed un gessetto per tessuti.

In seguito bisogna ritagliare, utilizzando le forbici, il tessuto disegnato; bisogna prestare attenzione a lasciare un po’ di margine in più per poter fare le successive pieghe.

A questo punto, dopo aver realizzato tutti i pezzi del vestito, bisogna fare il lavoro di cucitura utilizzando la macchina da cucire.

Infine, bisogna cucire le parti finali dell’abito per formare le pieghe; questa operazione deve essere fatta esclusivamente con ago e filo.

Adesso non resta altro da fare che provare nuovamente il vestito sul manichino per verificare se il lavoro è stato eseguito correttamente.

Se le misure coincidono si deve passare alla prova persona per valutare se ci sono delle modifiche da effettuare.

Tutti i successivi interventi devono essere eseguiti sempre con ago e filo. Per completare l’opera bisogna procedere alla stiratura dell’abito e al confezionamento con la carta trasparente.

Un altro metodo molto semplice, per fare un vestito senza utilizzare neppure ago e filo, è quello di utilizzare due rettangoli di stoffa, di circa 1,30 di altezza e 1,30 di larghezza, e degli anelli di plastica o di metallo, del diametro di qualche centimetro.

Si fa passare un rettangolo introno alla vita e ai fianchi, per fare la gonna, e, a piacimento si lega con i lembi sul davanti o su un lato, facendo passare i due lembi della stoffa dentro all’anello e spingendolo fino a che non giunge a contatto con la pelle; dopodiché si chiudono i lembi, sui fianchi.

Si effettua la stessa operazione per il busto, sistemando l’anello all’altezza del petto e poi chiudendo il rettangolo di stoffa dietro il collo.

Queste due tecniche sono basilari, ma si possono effettuare creazioni molto più elaborate e complesse, e ci si può, inoltre, sbizzarrire con la stoffa e i colori da utilizzare.

Sei uno stilista o una grande azienda di moda?

Trondoli Group SRL si rivolge agli stilisti e alle grandi aziende del settore della moda per la realizzazione di campionari di abbigliamento femminile.

Trondoli Group SRL azienda rodigina confeziona abbigliamento femminile che va dalla produzione di capispalla (giacche, cappotti, trench) a gonne, pantaloni e abiti. Tutte le lavorazioni di pulitura bordi, punti e cuciture sono fatte a mano dalle esperte sarte di Trondoli Group SRL.

LASCIA UN COMMENTO