Caldo: indossate seta e abiti bianchi contro irritazioni e infezioni

Il caldo offre terreno fertile per la proliferazione di funghi e batteri, e irritazioni e infezioni sono dietro l’angolo, meglio dunque prevenirle con qualche buona abitudine che faccia da deterrente.

La seta è uno dei tessuti più raffinati, e quindi costosi, tra quelli impiegati per la produzione di tessuti per l’abbigliamento femminile. Ha origini antichissime e proviene dalla Cina, dove si è sviluppata una vasta tradizione di produzione e lavorazione di questo tipo di filato.

La seta è una fibra raffinata e costosa (per la laboriosità della produzione); risulta pregiata per le sue caratteristiche di lucentezza, raffinatezza, leggerezza, freschezza, elasticità. In commercio vi sono diversi tipi di seta e il tipo di tessuto dipende dalla grossezza del filato, dall’armatura del telaio e dal grado di torsione del filato. Tra le fibre di seta l’organzino è il più resistente; vi è poi il filato shappe che è leggermente meno resistente del precedente, ed altri filati ancora meno pregiati.

ABITO CROCHET TWINSET
Abito crochet di Twin Set

Trondoli Group per l’estate consiglia di prediligere i vestiti bianchi ai colorati, evitare elastici e capi ‘stretti’, sfuggire i tessuti sintetici e mettere un bollino rosso su maglie e pantaloni di dubbia provenienza: con il caldo si suda, la pelle si macera e funghi e batteri trovano terreno fertile per moltiplicarsi, penetrano più facilmente.

Meglio indossare tessuti bianchi perché quelli colorati, se non sono stati trattati a dovere, potrebbero rilasciare sostanze tossiche, come ad esempio metalli pesanti. Solitamente vengono dall’oriente gli indumenti che danno questi problemi,e anche quando i tessuti sono candidi, potrebbero esser stati sbiancanti con prodotti tossici, quindi bisogna verificare che abbiano passato i test europei.

Sarebbe consigliabile indossare materiali naturali e capi made in Italy come quelli realizzati da Trondoli Group: cotone 100%, seta, lino, canapa e fibre naturali, vestiti leggeri e completamente italiani.

Occhio agli eco-lavaggi: la lavatrice amica della natura non è poi sempre così tale per l’uomo. Le lavatrici moderne consumano circa 16 litri d’acqua contro i 160 litri delle vecchie lavatrici; questo è ottimo per l’ambiente, ma il rischio è che i detersivi non vengano sciacquati via dai vestiti a dovere.

Un buon compromesso tra rispetto per l’ambiente e salute c’è: basta semplicemente fare un doppio risciacquo, ed è molto importante usare detersivi Ecolabel, un marchio europeo a forma di fiore con una grossa che garantisce il ridotto impatto ambientale del prodotto.

 

LIU JO 2017
Liu Jo Estate 2017
Liu Jo Estate 2017
Liu Jo Estate 2017
Liu Jo Estate 2017
Liu Jo Estate 2017

Sei uno stilista o una grande azienda del mondo della moda?

Trondoli Group SRL si rivolge ai stilisti e alle grandi aziende del settore della moda per la realizzazione di campionari di abbigliamento.

LASCIA UN COMMENTO